Pianista,

direttore d’orchestra,

didatta di giovani talenti

Pianista, direttore d’orchestra, dirigente teatrale, docente in conservatorio, didatta di giovani talenti, scrittore, ha collaborato con alcuni dei più grandi direttori d’orchestra – Carlo Maria Giulini, Claudio Abbado, Georg Solti, Carlos Kleiber, Herbert von Karajan – e cantanti lirici del nostro tempo.

Maestro personale di Luciano Pavarotti, Mirella Freni e Ruggero Raimondi, Leone Magiera è riconosciuto come colui che rappresenta la storia vivente della lirica internazionale.

Fra i tanti allievi divenuti celebri ha avuto recentemente Carmela Remigio, Fabio Sartori e Mariangela Sicilia.

Con Luciano Pavarotti, di cui è stato maestro sin dagli inizi, ha tenuto oltre mille serate teatrali dalla prima Bohème del debutto (1961) all’ultima esibizione per le Olimpiadi invernali del (2006).

La personalità artistica di Leone Magiera è senz’altro una delle più originali e poliedriche della vita musicale italiana ed internazionale degli ultimi decenni.

Negli ultimi anni è ritornato al pianismo solistico, con il quale aveva iniziato la carriera, esibendo doti di straordinario virtuosismo e musicalità.

Nel 2022, in occasione dei settantacinque anni dal suo debutto musicale, fonda l’Associazione Leone Magiera con lo scopo di promuovere e sostenere giovani cantanti lirici e giovani artisti che operano nelle arti visive e performative e portare avanti la tradizione della musica classica e del canto lirico italiano.

2 + 6 =